I Malati

I Malati Stimolati dalla riuscita sempre più frequente dei trapianti renali e spesso spinti dagli stessi malati, i chirurghi non hanno cessato, a partire dagli anni ’60, di estendere la tecnica del trapianto ad altri organi.

Accuratamente messe a punto nei laboratori, le tecniche chirurgiche erano presenti in molti casi già da tempo. Rimanevano da fare i primi passi sull’uomo. I trapianti di cuore, fegato, polmone, pancreas si succedettero a qualche anno di distanza. Preceduti dai lavori sperimentali di Welch e Moore, i primi trapianti di fegato furono tentati da Thomas Starzl a Denver nel 1963.

Leggi di più sul sito web dell’AIDO.

Dalla tesi “Il trapianto degli organi in una prospettiva comparativa” di Vania Sessa.

TORNA AGLI ARTICOLI

Cerchi uno Psicoterapeuta a Roma?

Per qualsiasi tipo di richiesta o informazione,
scrivimi per un appuntamento

CONTATTAMI